Archive for Aprile, 2021

8

Apr
2021
Commenti disabilitati su Biorivitalizzazione di ultima generazione: Cos’è e come funziona

Biorivitalizzazione di ultima generazione: Cos’è e come funziona

All’interno di questa guida abbiamo già potuto parlare della biorivitalizzazione viso, ma era la versione “classica”, per così dire. Oggi, invece, vogliamo concentrarci su un trattamento che, per quanto simile, in realtà porta con sé una grande innovazione. Difatti, parliamo di una pratica di ultima generazione.

Parliamo sempre di una tecnica di medicina estetica pensata per ringiovanire la pelle del viso, ma attraverso una metodica rivisitata. Il trattamento che vedremo oggi è uscito da poco, e noi dello studio di medicina estetica Papini siamo felici di dirvi che siamo già pronti ed operativi per farvi provare l’efficacia di questa nuova biorivitalizzazione viso.

Cos’è la biorivitalizzazione? Come funziona?

Prima di addentrarci nel vivo dell’argomento è importante ed opportuno “mettere i puntini sulle i”. Di conseguenza, in questa prima parte vedremo che cos’è biorivitalizzazione viso e di che cosa si tratta più nello specifico. Parliamo di una tecnica di medicina estetica pensata per migliorare la salute e la bellezza della pelle.

Il trattamento è molto poco invasivo per il paziente, e infatti avviene in regime ambulatoriale. La seduta si basa su delle micro infiltrazioni di acido ialuronico nello strato superficiale, anche se, in alcuni casi, la soluzione potrebbe essere arricchita di sostanze come le vitamine ed i sali minerali.

biorivitalizzazione viso

Questo, chiaramente, con lo scopo di andare ad idratare e nutrire la pelle in modo più efficace e profondo. Nonostante si parli spesso e volentieri di biorivitalizzazione viso, in realtà, questo trattamento può essere effettuato anche sul collo, sul décolleté e in vari distretti corporei. Ma, quali sono i benefici di questa pratica ringiovanente? Vediamoli insieme:

  • Idratazione profonda dei tessuti cutanei
  • Miglioramento dell’elasticità della cute
  • Azione tonificante e rassodante
  • Aumento della produzione di collagene
  • Riduzione della visibilità delle rughe

Inoltre, bisogna tenere in considerazione che, come tutti i trattamenti a base di acido ialuronico, anche questo è privo di rischi. L’efficacia del trattamento si deve alla profondità a cui arriva la soluzione iniettata, provocando una risposta dalle fibre di collagene. Di conseguenza, la risposta dell’organismo a queste micro iniezioni è del tutto naturale.

Perché si utilizza l’acido ialuronico?

Adesso che abbiamo un’idea più chiara di che cosa sia la biorivitalizzazione viso, possiamo passare ai dettagli. Ora, quindi, vedremo perché è proprio l’acido ialuronico ad essere iniettato nei tessuti cutanei. Come prima cosa, parliamo di una sostanza naturalmente presente all’interno del nostro organismo. Pertanto, non c’è da preoccuparsi per ciò che riguarda la tolleranza da parte del corpo o per gli effetti indesiderati e collaterali.

L’acido ialuronico rappresenta la sostanza più sicura in assoluto, e questo spiega il motivo per cui è così tanto impiegato all’interno del campo della medicina estetica. Oltre alla sicurezza, l’acido ialuronico ha il compito di andare a stimolare le fibre di collagene a produrre nuovo collagene, il responsabile del tono, del turgore e della compattezza della pelle.

Inoltre, l’acido ialuronico è il riempitivo naturale per eccellenza. Le sue proprietà, infatti, impattano direttamente sulle rughe e sugli inestetismi causati dalle espressioni del viso. Ecco perché, per esempio, tutti i filler ringiovanenti (e non) sono a base di acido ialuronico. Insomma, questa sostanza rappresenta il massimo della sicurezza e dell’efficacia: ecco perché viene utilizzata nella biorivitalizzazione viso.

La biorivitalizzazione di ultima generazione

A questo punto non ci resta che unire i puntini e capire che cosa intendiamo con “trattamento di ultima generazione”. Gli elementi che rimangono simili rispetto alla procedura classica sono essenzialmente due: le iniezioni intradermiche e l’acido ialuronico. Più nello specifico, in questo caso parliamo di acido ialuronico lineare naturale a medio peso molecolare, capace di sostenere la riattivazione dei normali processi di turn over cellulare.

Tuttavia, questa nuova biorivitalizzazione viso non vede solo le iniezioni nell’epidermide, bensì l’unione di un potente laser. Anzi, in realtà, parliamo di tre luci laser a diverse lunghezze d’onda (450 nm, 650 nm e 1064 nm) in grado di generare una risposta biologica intracellulare senza che siano prodotti effetti termici. Di conseguenza, stiamo parlando di un’efficacia maggiore data dalla sinergia tra il laser e le iniezioni.

Il legame tra l’acido ialuronico iniettato e quello endogeno, infatti, risulta essere più forte rispetto alle altre metodiche tradizionali, garantendo un legame più forte e più resistente. Anche in questo caso, dunque, parliamo di un trattamento mini invasivo per il paziente, che non viene esposto a nessun rischio. Pertanto, anche la fase di guarigione è molto veloce.

Per avere maggiori informazioni su questo trattamento, o per prenotare la prima visita gratuita, clicca qui.

read more

8

Apr
2021
Commenti disabilitati su Crema labbra effetto filler funziona davvero?

Crema labbra effetto filler funziona davvero?

Le labbra costituiscono un elemento essenziale nel quadro del volto, specie per una donna. Quando le labbra sono carnose, voluminose e ben definite, ecco che tutta l’estetica del viso ne risente in modo positivo.

Ecco perché, specie negli ultimi anni, è cresciuto un evidente interesse nel rendere le proprie labbra sempre più evidenti. Quando la bocca è molto sottile, infatti, rischia di passare inosservata e di compromettere l’armonia del viso.

Per fare fronte a questa situazione, dunque, si ha la possibilità di applicare le famose creme labbra effetto filler. Tuttavia, prima di pensare di aver trovato la soluzione ai propri problemi, è opportuno capire come funzionano e, soprattutto, se sono in grado di rispondere alle proprie esigenze.

Crema labbra effetto filler: Perché applicarla?

Le labbra sono la zona più sensibile e fragile del viso, perché estremamente sottili. Lo strato di pelle, inoltre, è privo delle ghiandole sebacee e sudoripare, e questo spiega il motivo per cui, tendenzialmente, le labbra si seccano con così tanta facilità.

Oltre alla fisiologia delle labbra, però, bisogna anche tenere in considerazione i fattori esterni (freddo, vento, esposizione solare, fumo ecc.), ed il normale processo di invecchiamento. L’azione del tempo, infatti, assottiglia ulteriormente la pelle, e non solo.

I contorni appaiono meno netti, le labbra in sé perdono volume e gli angoli tendono a cedere. Per non parlare, poi, del codice a barre, un inestetismo che appesantisce il contorno labbra. Oltre a questo scenario, bisogna tenere in considerazione che, alcune persone, presentano labbra meno carnose e voluminose di altre.

Ecco che, quando si presentano queste condizioni, si pensa subito all’applicazione di una crema labbra effetto filler. Ma, funziona davvero? Scopriamolo insieme.

Come funziona la crema labbra effetto filler?

I cosmetici ad effetto rimpolpante vengono definiti filler-like, proprio perché l’azione che offrono riprende molto quella del filler. In commercio si trovano molteplici prodotti di questo stampo: balsamo labbra, burrocacao, creme e patch.

Ciò che li accomuna, nella maggior parte dei casi, sono gli ingredienti presenti all’interno della composizione. Solitamente, questi cosmetici sono realizzati a base di acido ialuronico, la sostanza che, per l’appunto, trova impiego anche nel trattamento del filler labbra.

Difatti, l’acido ialuronico è ciò che garantisce un effetto rimpolpante e voluminoso istantaneo, per risultati tanto naturali quanto soddisfacenti. Tuttavia, non possiamo di certo mettere a paragone le iniezioni intradermiche con l’applicazione superficiale di un cosmetico.

Quest’ultimo, infatti, non ha la possibilità di raggiungere il derma (lo strato più profondo della pelle) e di apportare benefici significativi. Difatti, nonostante la maggior parte delle creme labbra effetto filler agisca nell’immediato, la durata dell’effetto è limitata.

L’azione volumizzante, al massimo, potrà durare qualche ora, dopo la quale sarà necessario applicare nuovamente la crema. Pertanto, questi cosmetici rappresentano una soluzione molto parziale e limitata, e non possono garantire risultati sul lungo termine.

In ogni caso, le creme labbra effetto filler impattano positivamente anche sul contorno labbra, ridefinendone la struttura. La bocca, infatti, appare subito più scolpita grazie all’effetto tensore. Ecco perché, volendo, si potrà andare ad applicare i prodotti filler-like anche sulla pelle circostante.

In questo modo, anche le rughe del contorno labbra vengono rimpolpate istantaneamente. Tuttavia, come per l’effetto volumizzante, non bisogna pensare che questi cosmetici siano in grado di appianare le rughe in modo duraturo.

Rimpolpare le labbra con la medicina estetica

Per chi desiderasse aumentare il volume e la dimensione delle labbra, quindi, la scelta più sensata è quella di sottoporsi al trattamento filler di medicina estetica. Come anticipato, si parla di iniezioni intradermiche di acido ialuronico, che raggiungerà la profondità dei tessuti cutanei.

Di conseguenza, oltre ad un effetto immediato, il risultato sarà molto più duraturo, anche se non permanente. L’acido ialuronico, infatti, è una sostanza che, con il tempo, viene gradualmente riassorbita dall’organismo.

Per quanto riguarda le sedute, queste sono relativamente brevi (mezz’ora al massimo) e risultano essere molto poco invasive per il paziente.

filler labbra

Prima di procedere con le infiltrazioni, il medico estetico applicherà una pomata anestetizzante sulle labbra, così da ridurre la sensibilità. In ogni caso, il trattamento non è doloroso, e provoca al massimo qualche leggero fastidio.

Gli effetti indesiderati relativi al filler labbra, infatti, sono pressoché inesistenti. Se il trattamento viene eseguito da mani esperte, il massimo che potrà succedere è che si presentino dei piccoli ematomi sul labbro.

Anche il post-trattamento è molto rapido, indolore e semplice, poiché non prevede né la copertura delle labbra, né l’assunzione di antibiotici o medicinali. In ogni caso, il medico procederà a fornire queste ed ulteriori informazioni al termine della seduta.

Per quanto riguarda l’effetto finale, il filler labbra è in grado di:

  • Rimpolpare le rughe del contorno labbra
  • Aumentare il volume delle labbra
  • Donare alle labbra un effetto carnoso
  • Agire da tensore

In ogni caso, i risultati post-filler sono molto naturali. Per ricevere ulteriori informazioni sul trattamento filler labbra puoi cliccare qui e prenotare la tua prima visita senza impegno.

read more

8

Apr
2021
Commenti disabilitati su Patch contorno occhi funzionano davvero? Ecco la verità

Patch contorno occhi funzionano davvero? Ecco la verità

Gli eye patch, altresì noti come patch contorno occhi, sono dei cerotti arricchiti di sostanze nutritive che vanno applicati sul contorno occhi. Date le proprietà che vengono attribuite a questi dispositivi, nel corso degli ultimi anni sempre più donne hanno espresso interesse e curiosità verso queste “maschere”.

In particolare, come vedremo nel corso di questa guida, i patch contorno occhi sembrano essere una soluzione vincente per ciò che riguarda le borse e le occhiaie, due inestetismi capaci di appesantire la luminosità dello sguardo. Ma, funzionano davvero o ci stiamo ritrovando davanti ad una moda passeggera? Cerchiamo di fare chiarezza.

Patch contorno occhi: cosa sono e a cosa servono

Come stavamo dicendo, questi cerotti servono primariamente per contrastare l’evidenza delle borse e delle occhiaie. In entrambi i casi, tra le cause scatenanti troviamo un fattore genetico importante, ma anche delle abitudini poco salutari. In ogni caso, sia le borse che le occhiaie sono in grado di spegnere lo sguardo, di farlo apparire stanco e spento.

Ecco perché si cerca di correre ai ripari con prodotti come creme, gel e maschere. In particolare, oggi vogliamo concentrare la nostra attenzione sugli eye patch. Questi ultimi non sono nient’altro che dei cerotti imbevuti di sostanze come l’acido ialuronico, il collagene e le vitamine che devono essere applicati sul contorno occhi.

eye patch funzionano

Parliamo di sostanze valide dotate di numerose proprietà benefiche, il cui apporto al derma è in grado di ridurre numerosi inestetismi e migliorare tanto la salute quanto la bellezza della pelle. Tuttavia, come vedremo meglio nel prossimo paragrafo, gli effetti veicolati dai cerotti contorno occhi sono abbastanza riduttivi, superficiali e di breve durata.

I dispositivi, infatti, vanno semplicemente applicati sulla pelle per circa 15 minuti, e solitamente si parla di un trattamento bisettimanale. Di conseguenza, è abbastanza difficile che riescano a risolvere il problema delle occhiaie o delle borse, specie quando i due inestetismi perdurano da anni e non si sono riusciti ad eliminare in giovane età.

I patch contorno occhi funzionano davvero?

Come anticipato, gli eye patch non dovrebbero essere considerati una soluzione efficace e definitiva per l’eliminazione di borse e occhiaie. L’applicazione di questi cerotti, al massimo, può apportare benefici alla pelle, ma non possiamo attribuirgli proprietà curative.

D’altronde, per quanto possano essere imbevuti di sostanze efficaci, queste ultime non riescono a penetrare nel derma. Quest’ultimo è lo strato più profondo della pelle, ed è quello che deve essere “colpito” per ridurre la visibilità delle borse e delle occhiaie.

Pertanto, i patch contorno occhi possono essere considerati come un supporto per la cura e la bellezza della pelle, ma non come la soluzione a cui puntare. Lo stesso discorso, poi, vale per le proprietà ringiovanenti che vengono attribuite a questi dispositivi. In linea generale, i patch contorno occhi non dispongono del potenziale adatto per spianare le rughe o per rimpolpare i tessuti cutanei.

Le loro proprietà, dunque, non sono né particolari né “speciali”, poiché agiscono al pari della maggior parte dei cosmetici. Questi ultimi, tuttavia, risultano essere più efficaci, poiché applicati quotidianamente. Di conseguenza, sarebbe più opportuno applicare prodotti specifici per le borse e per le occhiaie e, al massimo, supportare il trattamento con integratori a base di acido ialuronico o di collagene.

Eliminare borse e occhiaie: La risposta della medicina estetica

Come fare, dunque, per contrastare l’evidenza delle borse e delle occhiaie? Ad oggi, la medicina estetica ha sviluppato una tecnica tanto efficace quanto sicura per cercare di donare nuova luce e vitalità allo sguardo. Parliamo delle iniezioni intradermiche a base di acido ialuronico, oligoelementi e vitamine.

Il mix di queste sostanze, come puoi vedere, è molto simile a quello di cui abbiamo parlato poco fa in relazione ai patch contorno occhi. Il problema di questi ultimi, infatti, non risiede nella qualità delle sostanze di cui sono imbevuti, ma nell’impossibilità che hanno di raggiungere gli strati più profondi della pelle.

patch occhi benefici

Le iniezioni di acido ialuronico, invece, raggiungono il derma nell’immediato, e per questo riescono a garantire risultati efficaci, soddisfacenti e visibili. Il trattamento ha una durata molto breve, è privo di controindicazioni e apporta benefici immediati. In sostanza, dunque, parliamo del massimo dell’efficacia congiunta al massimo della sicurezza.

Tuttavia, dal momento che l’acido ialuronico verrà riassorbito naturalmente dall’organismo nel corso del tempo, non possiamo comunque parlare di una soluzione definitiva. Pertanto, qualora si desiderasse protrarre l’effetto ottenuto dalla prima seduta, sarà opportuno sottoporsi ad un secondo trattamento. In ogni caso, la durata media è di alcuni mesi, senza considerare che ci sono casi in cui l’effetto riesce a perdurare anche per un anno e più.

Per ricevere ulteriori informazioni, o per prenotare una prima visita gratuita, clicca qui.

read more