Blog | Carnagione scura: Consigli del medico estetico per una pelle più giovane

3

Lug
2021
Commenti disabilitati su Carnagione scura: Consigli del medico estetico per una pelle più giovane

Carnagione scura: Consigli del medico estetico per una pelle più giovane

Le responsabili del colore della pelle sono delle cellule che si chiamano melanociti che, a loro volta, producono dei melanosomi che contengono la melanina chimica naturale. La melanina è, quindi, il risultato prodotto dai melanociti e può definirsi come un insieme di pigmenti della pelle.

Tutte le persone, a prescindere dal colore della propria pelle, hanno più o meno lo stesso numero di melanociti. Ciò che fa la differenza è la loro dimensione, quindi, più sono grandi e più la pelle è scura. Sebbene i problemi della pelle siano comuni a tutti, a prescindere dal suo colore, in realtà esistono alcune condizioni che sembrano verificarsi maggiormente su chi ha la carnagione scura.

Inoltre, molti trattamenti medico-estetici, se mal utilizzati, potrebbero causare più problemi rispetto a quelli che si vogliono curare. In questo articolo si illustreranno, quindi, i principali inestetismi che colpiscono la pelle scura e si proporrà la perfetta soluzione per poterli trattare.

Quali inestetismi può presentare la carnagione scura?

In realtà, avere la carnagione scura presenta un primo vantaggio. Ovvero, quello di essere più protetta dai danni del sole, poiché la melanina (che è presente in maggiore quantità) assorbe e disperde l’energia della luce ultravioletta (UV).

Tuttavia, questo tipo di pelle è più soggetta a problemi di pigmentazione e perfino le lesioni cutanee minori, come le punture di insetto, possono causare un cambiamento di colore e far comparire delle macchie più scure. Questo fenomeno si chiama iperpigmentazione e rappresenta il primo inestetismo per chi ha la carnagione scura.

ringiovanimento carnagione scura

Quindi, in altre parole, qualsiasi trattamento estetico che non sia correttamente somministrato, ha il potenziale di causare problemi di pigmentazione. Ma perché succede? Perché la pelle scura produce troppo pigmento o perché questo si deposita troppo in profondità, creando così delle macchie.

Per meglio dire, le cellule del pigmento nella pelle scura sono più reattive, si direbbe più “eccitate” e reagiscono maggiormente a qualsiasi tipo di stimolo come traumi, eruzioni cutanee o infiammazioni.

Di seguito si mostrano altri inestetismi che possono colpire chi ha una carnagione scura.

Eczema

L’eczema, conosciuta anche come dermatite, è una condizione della pelle per cui si verificano delle eruzioni cutanee di colore rosso, che provocano prurito e fastidio. Si manifesta in modo graduale, però dura a lungo. I fattori scatenanti sono spesso stress, pelle secca, allergie o irritazioni e sbalzi di temperatura estremi.

È una condizione che si può verificare su tutti i tipi di pelle. Tuttavia, è stato dimostrato che nei bambini con la pelle scura si presenta con il doppio della frequenza. Più nello specifico, negli adolescenti messicano-americani.

La particolarità dell’eczema nelle pelli scure risiede nel fatto che, quando si verifica, rappresenta un duplice problema. Dapprima, il fatto che venga spesso diagnosticato in modo errato e, di conseguenza, viene trattato male o non viene proprio trattato. Inoltre, se non si tratta in modo precoce può aumentare i problemi di pigmentazione.

Pseudofollicolite barbae (PFB)

Spesso viene confusa con l’acne poiché comporta la formazione di protuberanze sottocutanee. In realtà si tratta di peli incarniti e si verifica più frequentemente nei soggetti con la pelle scura e ispanici a causa della forma distinta del follicolo pilifero.

Se si dovessero schiacciare o maneggiare in qualsiasi modo, potrebbero causare infezione o infiammazione. Tuttavia, anche se lasciati così come sono potrebbero causare dolore e, in più, sono difficili da mascherare quindi causerebbero anche disagi psicologici.

Ad ogni modo, dato che spesso viene confusa con un’altra patologia, è bene accertarsi della diagnosi così che si possa curare con i metodi più adeguati. La soluzione migliore, ad oggi, sembra essere la depilazione laser.

Cheloidi

I cheloidi sono delle cicatrici che si estendono oltre il confine della ferita originale e continuano a crescere. Possono comparire su tutti i tipi di pelle, ma nelle carnagioni scure aumenta il rischio non appena insorge una ferita. Le aree più comuni in cui si presentano sono, spesso, i lobi delle orecchie, le braccia, la schiena e il torace. La loro particolarità è che anche dopo che la ferita si è rimarginata, continuano a crescere e potrebbero farlo addirittura per anni.

Il problema di questo inestetismo è che per rimuoverlo, la soluzione più efficace sarebbe quella del laser. Però, fino a poco tempo fa era fortemente sconsigliato per trattare i soggetti con la carnagione scura, proprio a causa del problema dell’iperpigmentazione.

Oggi, fortunatamente, esistono metodiche in grado di risolvere i problemi e studiato per aiutare tutti coloro che hanno la pelle scura.

Carnagione scura: il Laser Chrome come soluzione efficace

Ricapitolando, il potere della pelle scura è dato dalla maggiore presenza di melanina che protegge dai raggi ultravioletti. Di conseguenza, questo tipo di pelle è meno soggetta ai segni dell’invecchiamento cutaneo come rughe o vasi sanguigni visibili. Quindi, nella maggior parte dei casi, questi tipi di inestetismi si verificano quando il soggetto presenta un’età più avanzata.

In più, la pelle afroamericana è più oleosa e questo le permette di essere più protetta dalla secchezza cutanea. Tuttavia, come già detto, il problema maggiore rimane quello della iperpigmentazione che rende la pelle scura più soggetta a macchie e cicatrici.

Il laser tradizionale, infatti, è sempre stato sconsigliato perché ha come bersaglio proprio la melanina. Così, se utilizzato su persone che hanno la pelle scura (e quindi con grande quantità di melanina), il suo calore potrebbe danneggiare lo strato di melanina e infiammare la pelle, lasciando dietro di sé quell’iperpigmentazione post-infiammatoria.

Laser Chrome, invece, è un nuovo macchinario studiato appositamente per trattare tutti i tipi di inestetismi, compresi quelli che compaiono sulla carnagione scura. Permette di applicare addirittura più di 50 tipi di trattamenti diversi. Per questo motivo, rappresenta la soluzione perfetta.

Laser Chrome ha la particolarità di poter utilizzare tre tecnologie diverse in base all’inestetismo da trattare, ma in ogni caso, non si correrà alcun rischio di peggiorare la situazione. Con questo nuovo laser si potrà dire addio a cicatrici da acne, cheloidi e follicoliti. Il risultato, a prescindere dal trattamento che si eseguirà, sarà quello di avere una pelle più compatta, omogenea e priva di inestetismi. Di conseguenza, una pelle più giovane e fresca.

 


Comments are closed.