Blog | Idratazione della pelle: come, quando e perché

14

Dic
2019
Commenti disabilitati su Idratazione della pelle: come, quando e perché

Idratazione della pelle: come, quando e perché

L’idratazione della pelle è importante. Una pelle troppo secca può portare a veri e propri problemi di salute, ma nella maggior parte dei casi l’idratazione è importante soprattutto per il fattore estetico. Una cute ben idratata si presenta più luminosa, morbida e tonica di una pelle non abbastanza idratata.

Oggi in commercio si trovano tanti prodotti che reclamano la loro funzione idratante. Ma funzionano davvero? E quali sono le buone prassi da seguire per l’idratazione quotidiana della pelle? In questo nuovo appuntamento del blog del nostro studio di medicina estetica abbiamo deciso di fare chiarezza.

Quando idratare la pelle?

Alcune persone applicano i prodotti idratanti quando vedono la pelle troppo secca, oppure soltanto in una stagione particolare dell’anno. Questa non è la cosa migliore da fare: l’idratazione dovrebbe essere una pratica giornaliera, specialmente per chi ha passato i trent’anni.

Il momento migliore della giornata per idratare la pelle è subito dopo la doccia o il bagno. L’acqua calda, infatti, non ha un effetto positivo sulla nostra pelle.

Per quanto la doccia sia un momento rilassante e piacevole, l’unione di acqua bollente e sapone porta via molti acidi grassi dalla nostra cute. Gli acidi grassi giocano un ruolo importante nel trattenere l’acqua all’interno del tessuto cutaneo, per cui quando usciamo dall’acqua ci ritroviamo disidratati.

Nei minuti successivi è il momento giusto per applicare la crema, asciugando prima la pelle per tamponamento. Meglio tamponare la pelle secca che strofinarla con l’asciugamano o l’accappatoio, per evitare di disidratarla ancora di più.

Come si idrata la pelle?

Ricordiamoci, prima di tutto, che la pelle non viene idratata soltanto dai cosmetici che utilizziamo. Anche l’acqua che beviamo gioca un ruolo importante, così come l’umidità nell’aria. Cerchiamo quindi di bere almeno due litri di acqua al giorno e di evitare di esporci per periodi prolungati e ripetuti ad un’aria troppo secca.

A questo punto possiamo incominciare a parlare di prodotti. In commercio si trovano tante creme idratanti, con vari ingredienti e benefici. Quale scegliere? La risposta non è assolutamente la stessa per tutti.

La cosa migliore da fare è programmare il proprio percorso di benessere e bellezza con un medico estetico di fiducia, che sappia fornire consigli mirati e validi per il caso del singolo paziente. Il medico valuta tanti aspetti prima di fornire consigli: esaminando la pelle ne valuta l’aspetto, lo spessore, gli inestetismi e così via.

Solo dopo avere esaminato la cute del paziente andrà a fornire dei consigli mirati. Questo è valido sia per l’idratazione che per tanti altri aspetti della cosmesi e del benessere personale.

I 5 errori da evitare

Ci sono alcuni errori piuttosto comuni che vengono commessi da chi idrata la sua pelle senza aver seguito dei consigli forniti da un medico estetico. Tra questi:

  1. Applicare i prodotti nell’ordine sbagliato: dopo aver fatto la doccia, si applica la crema idratante e poi un prodotto anti-age. Giusto? Non proprio. Nella maggior parte dei casi è raccomandabile applicare il prodotto idratante per ultimo, dal momento in cui la sua applicazione potrebbe impedire l’assorbimento dei prodotti applicati successivamente.
  2. Utilizzare la crema soltanto sul viso: il viso non è l’unica zona del nostro corpo in cui la pelle perde idratazione durante le giornate e specialmente dopo la doccia. Sarebbe meglio avere una crema idratante per il viso ed una per il corpo, applicandole entrambe quotidianamente.
  3. Lavarsi con acqua troppo calda: la doccia calda è sempre un piacere. Specialmente il binomio “donne e inverno” genera una certa propensione all’utilizzo di acqua bollente. Non c’è che dire, una doccia fredda è tutto il contrario. Però cerchiamo di non esagerare, utilizzando l’acqua più tiepida che riusciamo a sopportare piacevolmente. Più l’acqua è calda, infatti, più tenderà a disidratare la pelle.
  4. Usare troppo sapone: qui torniamo al discorso degli acidi grassi che trattengono le molecole d’acqua nel tessuto cutaneo. Il sapone è costituito di molecole che sono fatte apposta per miscelarsi all’acqua e a questi acidi, che vengono lavati via. Cerchiamo di non esagerare con l’utilizzo del sapone e di mantenerlo sempre ad un pH adeguato per la nostra pelle.
  5. Vestiti in materiale sintetico: il materiale sintetico ed acrilico, come per certi versi anche la lana, tende a disidratare la nostra pelle. Specialmente d’inverno, quando si usa il pile, bisognerebbe evitare di metterlo a diretto contatto con la pelle. Utilizzando un tessuto diverso.

Evitando questi errori possiamo rendere la nostra idratazione quotidiana più efficace. Per impostare un percorso di cura del corpo più dettagliato, in ogni caso, lo studio medico estetico Papini di Torino è sempre a disposizione. Puoi prenotare una visita conoscitiva gratuita in ogni momento, utilizzando i recapiti della sezione contatti.


Comments are closed.