Blog | Integratori acido ialuronico, funzionano davvero?

10

Feb
2021
Commenti disabilitati su Integratori acido ialuronico, funzionano davvero?

Integratori acido ialuronico, funzionano davvero?

Nel corso degli ultimi anni, l’acido ialuronico è diventata la sostanza principe di numerosi trattamenti estetici, prodotti di cosmesi ed integratori. In effetti, le sue molteplici proprietà sono in grado di apportare numerosi benefici all’organismo. In particolare, però, l’assunzione via orale di acido ialuronico sembra interessare principalmente le articolazioni e la pelle.

D’altronde, come vedremo meglio tra poco, questa sostanza è presente in grandi quantità sia nel tessuto connettivo, sia nelle cartilagini e nei tendini. Ecco perché, per “garantire” la loro integrità, molte persone ricorrono all’assunzione di compresse di acido ialuronico, sotto forma di integratori. La guida di oggi si pone l’obiettivo di fare chiarezza circa questi prodotti, analizzandoli più da vicino.

Cos’è l’acido ialuronico

L’acido ialuronico, insieme all’elastina e al collagene, è una delle sostanze che compone il tessuto connettivo dell’organismo. La maggior parte dell’acido ialuronico si concentra nel liquido sinoviale (che previene l’usura delle articolazioni), nelle cartilagini, nel derma e nell’occhio. Grazie alle sue proprietà è in grado di mantenere elevato il livello di idratazione, ma anche di compattezza e turgore.

L’acido ialuronico viene prodotto naturalmente dal nostro organismo, ed è difficile introdurne ulteriori quantità attraverso l’alimentazione. Secondo le ricerche effettuate dall’International Journal of Aging & Clinical Research, infatti, la maggior parte dell’acido ialuronico è concentrato negli occhi e nelle ossa degli animali. Di conseguenza, l’unico modo davvero efficace per integrarlo tramite la dieta sarebbero i brodi animali.

Probabilmente, è per questo che molte persone preferiscono assumere gli integratori a base di acido ialuronico. Ad ogni modo, la produzione di acido ialuronico da parte del nostro organismo rallenta con l’avanzare dell’età. Il normale processo di invecchiamento, infatti, riduce la presenza di collagene e acido ialuronico nel corpo. Questo processo inizia gradualmente intorno ai 25 anni, momento dal quale inizieranno ad insorgere le prime rughe d’espressione.

Una delle funzioni principali dell’acido ialuronico, infatti, è quella di rimpolpare i tessuti cutanei attraverso la sua azione riempitiva. Questo, per esempio, spiega il motivo per cui la maggior parte dei trattamenti ringiovanenti di medicina estetica è a base di acido ialuronico. In questo caso, però, il risultato finale è molto più evidente e soddisfacente rispetto a quello offerto dagli integratori, poiché, nella maggior parte dei casi, si parla di iniezioni intradermiche, quindi l’acido ialuronico si depone proprio dove serve.

Integratori acido ialuronico, funzionano davvero?

Gli integratori di acido ialuronico sono una soluzione apprezzata e scientificamente dimostrata solo da qualche anno a questa parte. Prima, infatti, si pensava che il processo digestivo avrebbe compromesso, se non addirittura annullato, l’assorbimento di acido ialuronico da parte dell’organismo. Dopo diversi studi e ricerche, invece, si è giunti alla conclusione che gli integratori di acido ialuronico sono realmente in grado di apportare benefici alla pelle.

integratori di acido ialuronico risultati

L’assunzione delle compresse, infatti, aumenta sia il turgore che l’idratazione dell’epidermide. Ma, che cosa troviamo, esattamente, all’interno di queste capsule? In principio, i primi integratori venivano realizzati a base di cresta di gallo, ricca di acido ialuronico. Oggi, invece, la maggior parte degli integratori vede l’utilizzo di acido ialuronico prodotto per fermentazione batterica.

In altre parole, non è di origine animale. Per quanto riguarda i processi che interessano il nostro organismo, ancora non è chiaro come l’acido ialuronico venga scomposto ed inviato ai relativi “distretti”. Ciò che invece è stato dimostrato è come la sua assunzione per via orale sia in grado di migliorare il benessere delle cartilagini e della pelle.

Di conseguenza, possiamo affermare che gli integratori di acido ialuronico funzionano davvero. Tuttavia, non sono da intendersi come un trattamento ringiovanente. Affinché si possa notare una netta riduzione delle rughe, infatti, sarà comunque necessario sottoporsi a dei trattamenti estetici specifici. Anche in questo caso, per supportare l’organismo, il medico estetico potrà prescrivere degli integratori a base di acido ialuronico ai propri pazienti.

Integratori acido ialuronico: Ci sono controindicazioni?

Come abbiamo potuto spiegare in precedenza, l’acido ialuronico è una sostanza naturalmente presente nel nostro organismo. Pertanto, nessun essere umano può esserne allergico o intollerante. Questo significa che qualsiasi trattamento a base di acido ialuronico, sia di integrazione che di medicina estetica,  può provocare effetti collaterali assai raramente.

Per quanto riguarda le procedure estetiche, ad ogni modo, è opportuno che la sostanza venga somministrata nel modo e nelle quantità corrette, onde evitare effetti indesiderati. Ecco perché, come diciamo sempre, è molto importante mettersi nelle mani di un medico professionale e competente. Sul versante dell’integrazione, invece, non è possibile che si verifichino effetti collaterali, poiché gli integratori sono quasi privi di controindicazioni.

Per quanto l’acido ialuronico sia una sostanza sicura, è comunque opportuno seguire i dosaggi riportati sulla confezione o sul foglietto illustrativo, prescritti dallo specialista, evitando il fai da te in modo assoluto.


Comments are closed.