Blog | Medicina estetica, cosa possiamo aspettarci dal 2019?

30

Dic
2018
Commenti disabilitati su Medicina estetica, cosa possiamo aspettarci dal 2019?

Medicina estetica, cosa possiamo aspettarci dal 2019?

Il 2018 è ormai concluso e si apre un altro anno in cui, molto probabilmente, vedremo assestarsi dei trend che si stanno consolidando ormai da tempo. La medicina estetica in Italia è in crescita, i dati di settore lo confermano, perché c’è sempre più attenzione nei confronti del proprio corpo e sempre più consapevolezza di quello che si può fare per migliorare il nostro aspetto. Con questa ultima guida dell’anno, quindi, abbiamo deciso di creare una piccola riflessione sulle tendenze in atto per chi sta considerando l’idea di intraprendere dei percorsi di medicina estetica ma non ha ancora le idee chiare.

Trattamenti sempre meno invasivi

Nel corso degli anni si sono consolidate diverse pratiche che i medici chiamano “lunchtime treatments, un’espressione anglofona per sottolineare il fatto che basta il tempo di una pausa pranzo per completare una seduta e riprendere con le normali attività. Un noto esempio è il lifting non chirurgico, anche detto soft restoration, che aiuta a combattere i segni del tempo ma senza intervento chirurgico. Non solo è una pratica molto efficace, ma aiuta ad avvicinarsi alla medicina estetica anche le persone che hanno un certo timore delle sale operatorie.

I passi in avanti fatti con le tecnologie laser consentono di utilizzare questo strumento in diverse occasioni, ed anche in questo caso siamo di fronte ad un macchinario che viene impiegato per sedute brevi. Non solo, ma i tempi di recupero sono molto veloci e le accortezze da seguire nella fase post-trattamento sono poche.

tendenze medicina estetica 2019 trattamenti

Con i trattamenti meno invasivi arrivano anche anestesie sempre meno invasive, locali, che si applicano velocemente e hanno dei possibili effetti collaterali estremamente limitati. Possiamo pensare ai filler, che trovano un impiego sempre più diffuso per via dell’applicazione tramite microaghi quasi impercettibili e che con un po’di anestetico diventano totalmente indolori.

Risultati sempre più immediati

I pazienti si aspettano non solo trattamenti più veloci, ma anche tempi di degenza più brevi e risultati più immediati. Così gli strumenti della medicina estetica evolvono costantemente e si fanno più efficaci nel mostrare da subito i loro benefici; anche in questo caso, il laser ad anidride carbonica ed i filler sono i primi esempi che vengono in mente.

Da una parte, le biotecnologie evolvono costantemente per andare incontro alle esigenze dei pazienti che giustamente reclamano risultati migliori, più evidenti, con procedure non invasive. Dall’altra, la costante formazione diventa ancora più importante per i medici estetici: il processo di innovazione è necessariamente compartecipativo e deve unire i professionisti con i nuovi strumenti.

Il nostro impegno per il nuovo anno

Abbiamo fatto un resoconto delle cose che abbiamo fatto durante quest’anno seguendo le nostre promesse personali dell’anno precedente. Una di queste è stata proprio quella di introdurre un blog per mantenerci in contatto con i nostri lettori, che ad oggi sono oltre seicento ogni mesei, ed ai quali vogliamo rinnovare il nostro impegno per offrire sempre un punto di riferimento sia online che offline.

Anche nel 2019 continueremo ad offrire a tutti una prima consulenza gratuita in studio, senza impegno, nella quale avremo piacere di dialogare sulla possibilità di intraprendere dei percorsi di medicina estetica con tutti gli interessati. Vogliamo espandere anche la nostra presenza online con l’aggiunta dei formati video, in modo da rendere più interattivi i nostri contenuti ed approfondire ulteriormente questo universo in cui ogni giorno ci immergiamo. Appuntamento dunque con i prossimi post sul blog e presto anche su Youtube!

Buone vacanze a tutti coloro che ci hanno letto e che continueranno a farlo, a chi è già passato in studio a trovarci e a coloro che lo faranno, e l’augurio di un grande inizio per il nuovo anno.

 

Dott.ssa Antonella Papini.


Comments are closed.