Blog | Le 3 Migliori Tecniche per Ringiovanire le Mani

17

Ago
2020
Commenti disabilitati su Le 3 Migliori Tecniche per Ringiovanire le Mani

Le 3 Migliori Tecniche per Ringiovanire le Mani

In questa guida scopriremo i migliori trattamenti di medicina estetica che, applicati alle mani, consentono di ridurre i segni dell’invecchiamento cutaneo. Di fatto, affinché le mani possano risultare curate ed in salute, non è sufficiente ricorrere alla manicure o all’applicazione di creme idratanti.

Fattori come i raggi UV, gli agenti atmosferici e lavaggi frequenti con prodotti poco delicati, compromettono il benessere della pelle. Se a questo si aggiunge un’idratazione carente, ecco che le mani iniziano a raggrinzirsi, screpolarsi e a presentare le classiche macchie scure. Inoltre, un altro sintomo delle mani invecchiate sono le vene in risalto, causate dall’assottigliarsi dello strato superficiale.

L’unione di questi inestetismi dona un aspetto trascurato alle mani, che sono il biglietto da visita di ognuno di noi. Tuttavia, la medicina estetica oggi è in grado di dare risposte concrete e reali a questi inestetismi, facendo ritrovare alla pelle delle mani la propria compattezza, uniformità ed elasticità.

Gli inestetismi delle mani 

Le rughe non sono l’unico inestetismo di una pelle che sta cedendo al processo di invecchiamento. Le cause che abbiamo citato poco fa (raggi solari, fattori atmosferici e lavaggi frequenti) portano la pelle delle mani a perdere le proprie caratteristiche, presentando i classici segni dell’invecchiamento cutaneo.

Parliamo dell’assottigliamento della pelle, della comparsa di macchie scure -dette anche macchie d’età-, di un accentuazione evidente delle rughe preesistenti e di un aumento della visibilità delle vene e dei tendini. Quest’ultimo inestetismo si deve all’assottigliamento dello strato di lipidi presente nell’epidermide, la cui conseguenza primaria è un’evidenza marcata delle vene.

Coloro che sono alla ricerca di un trattamento di ringiovanimento delle mani infatti, raramente presentano solamente le rughe come inestetismo da trattare. Anzi, in molti casi si vuole migliorare la tonalità della pelle, che con il passare del tempo risulta meno uniforme a causa della comparsa delle macchie scure.

Queste, note anche come macchie d’età, sono così chiamate poiché la loro presenza sulle mani si sviluppa a partire dai 40 anni. Grazie ad alcuni trattamenti mirati, oggi è possibile ridurre o persino eliminare questi inestetismi, facendo ritrovare alle mani un aspetto più giovanile e fresco.

Ringiovanimento mani: i trattamenti più efficaci

In questa seconda parte della guida scopriremo quali sono le tecniche di medicina estetica che permettono di ottenere risultati ottimali per il ringiovanimento delle mani. Tuttavia, poiché vi sono diverse tecniche d’approccio, è molto importante effettuare una visita conoscitiva, che presso lo studio Papini di Medicina Estetica a Torino ricordiamo essere gratuita. In questo modo il medico estetico avrà la possibilità di valutare la condizione del paziente e di selezionare i trattamenti migliori a cui sottoporlo.

1. Microdermoabrasione

Questo trattamento di ringiovanimento è applicabile non solo alle mani, ma anche al viso. La pratica si svolge in regime ambulatoriale, in quanto molto poco invasiva per il paziente. Lo scopo di questo trattamento è quello di rimuovere lo strato più superficiale della pelle, mediante la sua stessa esfoliazione.

Il medico estetico procede con il passaggio sull’epidermide di un manipolo dal quale fuoriescono particelle solide ad elevata velocità. In questo modo la pelle appare più levigata e liscia, con una netta riduzione delle rughe, delle macchie cutanee e, in alcuni casi, anche delle cicatrici.

2. Filler

L’acido ialuronico è la sostanza principale che viene utilizzata nel campo della medicina estetica per quanto riguarda l’effetto ringiovanente. Le infiltrazioni a base di acido ialuronico infatti, poiché stimolano la produzione di fibre di collagene, aiutano la pelle a ritrovare la propria tonicità e compattezza.

trattamento ringiovanimento mani

In altre parole, i filler svolgono un’azione riempitiva che, appianando le rughe, ne riduce l’evidenza. Il trattamento si svolge anche in questo caso in regime ambulatoriale, mediante delle infiltrazioni con un ago molto sottile. I risultati sono visibili sin da subito, nonostante migliorino gradualmente con il passare delle ore.

Dopo aver iniettato l’acido ialuronico, il medico estetico procederà con un massaggio, con il fine di distribuire la sostanza in modo uniforme su tutto il dorso della mano. I risultati durano oltre i 12 mesi, ma per proteggere la pelle delle mani sarà opportuno applicare un filtro solare, per ridurre la riassorbibilità del prodotto.

3. Peeling chimico

Un altro ottimo trattamento per ringiovanire le mani è il peeling chimico, che prevede l’impiego di alcune sostanze chimiche selezionate dal medico estetico. Lo scopo di questa pratica è quello di riattivare la rigenerazione cellulare attraverso la rimozione delle cellule morte della pelle. Anche in questo caso quindi, siamo di fronte ad un trattamento esfoliante.

Il peeling chimico viene eseguito in regime ambulatoriale e non provoca alcun dolore al paziente. Il medico estetico infatti, procederà con l’applicazione della soluzione chimica sulla pelle mediante alcuni strumenti. Lo scopo è quello di provocare un’infiammazione cutanea che porterà i tessuti a produrre nuovo collagene ed elastina.

Le modalità con cui può essere eseguito sono diverse, in base alla profondità che si desidera raggiungere. Oltre a ricompattare i tessuti cutanei, il peeling chimico è ottimale anche per ridurre l’evidenza delle macchie scure e per donare alle mani un aspetto più luminoso.


Comments are closed.