Blog | I 3 migliori trattamenti per eliminare le adiposità localizzate

13

Lug
2020
Commenti disabilitati su I 3 migliori trattamenti per eliminare le adiposità localizzate

I 3 migliori trattamenti per eliminare le adiposità localizzate

Molto spesso si tende a confondere il termine “adiposità localizzate” con massa grassa, quando in realtà si tratta di due fenomeni distinti. La massa grassa è il totale, in termini di chili o percentuale, dell’adipe presente nell’organismo.

Le adiposità localizzate invece, sono accumuli di grasso che tendono a concentrarsi in zone specifiche del corpo. Parliamo, per esempio, dell’addome, dei fianchi, delle cosce e dei glutei. In queste aree del fisico potrebbe essere, in casi specifici, molto difficile ridurre od eliminare l’adipe presente tramite una sana alimentazione o l’attività fisica.

Ecco perché, nel campo della medicina estetica, si parla specificatamente di riduzione degli accumuli adiposi. Ad oggi, le tecniche disponibili sono molteplici, e seppur si caratterizzano per metodologie e pratiche differenti, risultano essere molto efficaci nel modellamento della silhouette. Scopriamo subito di che cosa si tratta.

I migliori trattamenti per l’eliminazione delle adiposità localizzate

Prima di entrare nei dettagli, scoprendo più da vicino quali sono le tecniche disponibili per eliminare il grasso in eccesso, ci teniamo a fare qualche precisazione. I trattamenti dimagranti di medicina estetica, a differenza delle operazioni chirurgiche, sono molto poco invasive.

A prescindere dalla tecnica in questione, il periodo di degenza è assente, e non apporta impedimenti alla normale quotidianità del paziente. Questo è uno dei primissimi vantaggi da tenere a mente. Il secondo riguarda la sicurezza di questi trattamenti, che non espongono il paziente a rischi od effetti collaterali importanti.

Le sedute sono piuttosto brevi ed indolore, ma allo stesso tempo molto efficaci per la riduzione dell’adipe in eccesso. Infine, nessuno dei trattamenti sotto riportati lascia cicatrici sull’epidermide. Queste sono le premesse e le basi su cui poggia ogni trattamento dimagrante di medicina estetica. Vediamoli nel dettaglio:

Criolipolisi

La criolipolisi è uno dei trattamenti di medicina estetica ad aver goduto, specie negli ultimi anni, di un successo non indifferente sia tra il pubblico femminile che maschile. La pratica in questione è nota anche come CoolSculpting, e stimola l’eliminazione del grasso sottocutaneo tramite l’esposizione del corpo a temperature molto basse.

In sostanza, i cuscinetti adiposi vengono letteralmente sciolti. Difatti, si parla proprio di azione lipolitica. Il trattamento avviene tramite l’impiego di un macchinario specifico, in grado di sottoporre la cute a temperature molto basse. Il manipolo presenta, alla sua estremità, una sorta di coppetta, il cui scopo è quello di risucchiare la zona interessata.

Successivamente, la pelle verrà sottoposta alla temperatura stabilita dal medico, ed il trattamento avrà inizio. Il vantaggio della criolipolisi risiede, oltre che nell’assoluta sicurezza, nella permanenza dei risultati ottenuti. Difatti, una volta che le cellule adipose vengono prima sciolte, e poi eliminate tramite il sistema linfatico, non si potranno ricreare. Ecco perché, ultimamente, si sente spesso dire che la criolipolisi sia un’ottima alternativa all’intervento chirurgico della liposuzione.

Carbossiterapia

Anche la carbossiterapia è un trattamento molto efficace per contrastare gli accumuli di adipe, ma non solo. Questa pratica infatti, viene spesso utilizzata anche per ridurre la visibilità della buccia d’arancia e per ringiovanire la pelle del viso. Le sedute di carbossiterapia, oltre a ridurre i cuscinetti di grasso, sono in grado di migliorare l’aspetto della pelle.

La metodica utilizzata è, anche in questo caso, priva di effetti collaterali e molto efficace per il raggiungimento degli obiettivi finali. Durante la seduta, il medico procederà con delle iniezioni di anidride carbonica nel tessuto sottocutaneo che, in breve tempo, attiverà degli enzimi. Questi ultimi hanno il compito di sciogliere e riassorbire le cellule adipose, favorendo il modellamento delle linee del corpo.

Tuttavia, i benefici della carbossiterapia sono numerosi, e non si fermano all’eliminazione del grasso sottocutaneo. Innanzitutto, la micro-circolazione sanguigna viene stimolata tramite l’apertura dei capillari ed un afflusso maggiore di sangue.

Questo significa che i muscoli ed i tessuti saranno pronti a ricevere maggior ossigeno, venendo stimolati allo smaltimento delle tossine, delle scorie ed anche del gonfiore. Inoltre, l’anidride carbonica infiltrata nell’ipoderma svolge anche un’azione drenante in grado di migliorare l’aspetto della pelle, come detto poco fa.

Laserlipolisi

Infine abbiamo la laserlipolisi, un’altra tecnica sicura ed efficace messa a punto dalla medicina estetica per eliminare gli accumuli adiposi e per modellare la silhouette. In questo caso però, il trattamento risulta particolarmente idoneo anche laddove si sia presentato un evidente cedimento dei tessuti.

La laserlipolisi infatti, viene spesso eseguita in zone come la piega glutea, il tricipite o l’interno coscia. Di conseguenza, ci troviamo di fronte ad un trattamento che, come la carbossiterapia, agisce su più fronti: eliminazione del grasso localizzato e miglioramento del tono della pelle. La tecnica prevede l’utilizzo di un laser a fibra ottica che, mediante l’azione del calore, rompe le membrane delle cellule adipose.

Il grasso verrà così eliminato naturalmente, ovvero tramite il sistema linfatico. Allo stesso tempo, l’efficacia del laser, passato sull’epidermide, favorirà la produzione di nuovo collagene, aiutando la pelle a rassodarsi e a restringersi. Difatti, la laserlipolisi viene spesso effettuata su pazienti che, precedentemente, si sono sottoposti all’intervento chirurgico di liposuzione, con l’intento di migliorare l’estetica delle aree in questione.


Comments are closed.